Progetti Tecnici di Gara

Gara per l'affidamento della conduzione e manutenzione edile e impiantistica dello stabile della Banca sito in Roma, Largo Bastia n. 35

  • largo_battista_01.jpg
  • largo_battista_02.jpg
  • largo_battista_03.jpg
  • largo_battista_04.jpg

Anno:
2012 - 2015


Ubicazione:
Roma


Attività:
Progetto di offerta tecnica - Proposte migliorative edili e impiantistiche


Stato:
Gara espletata

Commitente:
Bilfinger Sielv Facility Management Srl

Settore:
Progetti Tecnici di Gara


Il progetto di offerta tecnica, elaborato in risposta ai requisisti indicati nella Gara informale ex art. 17 del D.Lgs. n. 163/2006 per l'affidamento della conduzione e manutenzione edile e impiantistica dello stabile della Banca sito in Roma, Largo Bastia n. 35 (CIG ZB814ABFE4)
ha per oggetto proposte migliorative relative al miglioramento della gestione del servizio, della qualità estetica e/o funzionale del sistema edificio-impianto, dell’efficienza energetica degli impianti elettrici e delle componenti edili.
Le soluzioni migliorative proposte, ciascuna descritta mediante relazione illustrativa, elaborati grafici, schede tecniche, computo metrico e cronoprogramma, consistono nella realizzazione dei seguenti interventi:
  1. Realizzazione di sistema di identificazione delle apparecchiature con targhette tipo RFID, comprensivo di fornitura di apparato per la generazione delle targhette/etichette, software ed hardware (tavolette elettroniche, pc e router).
  2. Ripristino funzionale ed estetico delle facciate mediante sostituzione delle attuali schermature solari esterne con altre, di analoga tipologia ed estetica, costituite da sistema ad avvolgibile con lamelle orientabili. L’intervento è proposto in corrispondenza delle superfici vetrate, già dotate di schermature solari esterne, dei locali ubicati al piano terra.
  3. Riduzione dei consumi di energia elettrica mediante efficientamento del sistema di illuminazione interna tramite sostituzione di tubi fluorescenti con tubi LED, negli spazi comuni della zona uffici e nei locali tecnologici ai livelli interrati, ed installazione di sensori di presenza per il controllo automatico dell’accensione/spegnimento dei sistemi di illuminazione nei locali tecnici e CED.
  4. Riduzione delle dispersioni termiche attraverso l’involucro edilizio trasparente mediante sostituzione di vetri singoli di serramenti esterni con altri del tipo vetro camera basso emissivo.

Gara Global Service 2015-2017 per la gestione degli immobili proprietà della Provincia di Vicenza

  • bilfinger_01.jpg
  • bilfinger_02.jpg
  • bilfinger_03.jpg
  • bilfinger_04.jpg
  • bilfinger_05.jpg
  • bilfinger_06.jpg
Anno:
2015

Ubicazione:
Provincia di Vivenza

Attività:
Progetto di offerta tecnica - Proposte migliorative edili e impiantistiche

Stato:
Gara espletata

Commitente:
A.T.I. Gemmo -Bilfinger

Settore:
Progetti Tecnici di Gara


L’attività svolta consiste nella redazione del progetto tecnico delle proposte migliorative offerte nell’ambito della Gara Global Service 2015-2017 indetta dalla Provincia di Vicenza per la gestione degli immobili di sua proprietà
Il progetto tecnico ha riguardato la parte più strettamente tecnica e progettuale di offerta finalizzata, in particolare, al soddisfacimento del criterio B.1 del disciplinare di gara, “Interventi di riqualificazione tecnologica e manutenzione degli edifici e degli impianti”, a sua volta suddiviso nei sub-criteri: a) sicurezza degli edifici e degli impianti; b) risparmio energetico e riqualificazione tecnologica; c) miglioramento del comfort ambientale e della qualità degli edifici.
Le soluzioni migliorative proposte, ciascuna descritta da relazione illustrativa, computi metrici e cronoprogramma, hanno riguardato i seguenti interventi, articolati per sub-criterio:
  1. Sicurezza e adeguamento degli edifici e degli impianti
a.1 Sostituzione di serramenti (interni e/o esterni) non a norma
a.2 Sostituzione di controsoffitti degradati e con pericolo di caduta        
a.3 Sostituzione maniglioni antipanico non a norma
a.4 Adeguamento altezza corrimani scale (interne ed esterne), parapetti finestre aule e corridoi    
a.5 Adeguamento impianti sportivi interni e esterni anche con sostituzione di attrezzature
a.6 Sistemazione aree esterne (piazzali) e scalinate di accesso
a.7 Ulteriori interventi per la sicurezza: Adeguamento rampe scale interne; Interventi per il superamento e/o eliminazione barriere architettoniche
  1. Risparmio energetico e riqualificazione tecnologica
b.1 Integrazione/razionalizzazione distribuzione sonde rilevazione temperatura ambiente
b.2 Esecuzione cappotti esterni e coibentazione tubazioni a vista di impianti di riscaldamento
b.3 Sostituzione elementi scaldanti non efficienti
b.4 Sostituzione corpi illuminanti anche di luci notturne con tipologia a basso consumo
b.5 Ulteriori interventi per il risparmio energetico e la riqualificazione tecnologica: Installazione impianto solare fotovoltaico; Installazione impianto solare termico; Sostituzione generatore di calore; Sostituzione infissi esterni; Sostituzione vetri con vetrocamera
  1. Miglioramento del comfort ambientale e qualità degli edifici
c.1 Sostituzione corpi scaldanti, aerotermi o unità ventilanti deteriorate o inadeguate a garantire il comfort ambientale
c.2 Insonorizzazione di ambienti con specifici sistemi di correzione acustica (controsoffitti, ecc.)  
c.3 Installazione di impianti di raffrescamento estivo nelle segreterie     
c.4 Risanamento intonaci e tinteggiature
c.5 Sistemi di ombreggiamento esterni mitigazione surriscaldamento raggi UVB
c.6 Ulteriori interventi per il miglioramento del comfort ambientale e qualità degli edifici: Rifacimento pavimentazioni interne deteriorate; Sostituzione doghe forate controsoffitti degradati; Sostituzione pannelli mancanti controsoffitti

Gara per il Completamento dell’intervento di realizzazione del Nuovo Palazzo di Giustizia di Reggio Calabria

  • gerrato_reggio_calabria_01.jpg
  • gerrato_reggio_calabria_02.jpg
  • gerrato_reggio_calabria_03.jpg
  • gerrato_reggio_calabria_04.jpg
Anno:
2016

Ubicazione:
Reggio Calabria

Attività:
Progetto di offerta tecnica - Proposte migliorative metodologiche, edili e impiantistiche

Stato:
Gara espletata

Commitente:
A.T.I. Costruzioni Procopio S.r.l. – Guerrato S.p.A.

Settore:
Progetti Tecnici di gara


L’attività svolta consiste nella redazione del progetto tecnico delle proposte migliorative offerte nell’ambito della Gara per il Completamento dell’intervento di realizzazione del Nuovo Palazzo di Giustizia di Reggio Calabria.
Il progetto tecnico ha riguardato le definizione ed illustrazione, mediante elaborati descrittivi e grafici, di proposte migliorative finalizzate al soddisfacimento dei criteri di valutazione definiti dalla stazione appaltante con particolare riferimento a:
  1. Metodologia programmatoria e organizzativa per il superamento delle criticità insite nella realizzazione, in particolare, delle opere in parte già eseguite dall’impresa prima esecutrice
  2. Proposte metodologiche da adottare al fine di poter fornire tutte le certificazioni e garanzie contrattualmente richieste in merito a: ottenimento dell’integrale agibilità dell’Opera e delle diverse parti della stessa; prestazione, per il periodo di anni offerto, delle garanzie di regolare funzionamento dell’Opera e di ogni sua parte; redazione, consegna e conseguente approvazione degli elaborati costruttivi di cantiere; accertamento della sussistenza delle condizioni che consentano il rilascio delle certificazioni di regolare e conforme esecuzione dell’Opera e delle singole parti della stessa; redazione da parte dell’impresa e consegna alla Stazione appaltante degli elaborati e documenti nei quali è rappresentato “il come realizzato”.
  3. Proposte metodologiche in materia di assistenza tecnica (per la gestione degli impianti presenti all’interno della struttura giudiziaria) successivamente al rilascio, con riferimento alla struttura nel suo complesso ed agli stessi, del certificato di collaudo
  4. Proposte di materiali e tecnologie per l’integrazione energetica del complesso, aggiuntive rispetto alla dotazione impiantistica di progetto
  5. Proposte di materiali e/o manufatti costituiti da un contenuto minimo di materiali post consumo.
 

Gara d’Appalto "Lavori di manutenzione del patrimonio immobiliare e impiantistico con annessi servizi di conduzione e gestione dei presidi ospedalieri […] dell' AORN Santobono – Pausilipon

  • guerrato_santobono_01.jpg
  • guerrato_santobono_02.jpg
  • guerrato_santobono_03.jpg
  • guerrato_santobono_04.jpg
Anno:
2013

Ubicazione:
Napoli - AORN Santobono – Pausilipon

Attività:
Progetto di offerta tecnica - Proposte migliorative edili e impiantistiche

Stato:
Gara espletata

Commitente:
A.T.I. Guerrato S.p.A. – GIOMA S.r.l.

Settore:
Progetti tecnici di Gara


L’attività svolta consiste nella redazione del progetto tecnico delle proposte migliorative offerte nell’ambito della Gara d’Appalto "Lavori di manutenzione del patrimonio immobiliare e impiantistico con annessi servizi di conduzione e gestione dei presidi ospedalieri Pausilipon, Santobono, Annunziata e della Sede Amministrativa dell' Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale "Santobono - Pausilipon"
Il progetto tecnico, sviluppato da un team multidisciplinare di progettisti coordinato dalla Futura Technologies, ha riguardato in modo specifico la definizione ed illustrazione, mediante elaborati descrittivi e grafici, di proposte migliorative riferite ai lavori previsti da progetto a base di gara (criterio C1) e all’impostazione organizzativa dei lavori stessi (criterio B1)
Gli interventi proposti con riferimento al criterio C1 possono essere sintetizzati in:
  1. per le opere civili: Rimozione di pannelli di facciata contenenti amianto e relativa sostituzione con pannelli decorativi per esterni di alta durabilità e qualità estetica (intervento previsto presso il P.O. Santobono); Realizzazione di percorsi tattili per non vedenti ed ipovedenti (intervento esteso a tutti gli edifici del Complesso Ospedaliero Santobono-Pausilipon); Installazione di controsoffitti tipo Sky Factory (intervento previsto in alcuni ambienti destinati ad essere fruiti dall’utenza come spazi di accoglienza e di attesa)
  2. per gli impianti elettrici: Impiego della tecnologia LED per tutti gli impianti di illuminazione ordinaria e di sicurezza gestita con sistema di gestione collegato a sistema di supervisione (intervento esteso a tutti gli edifici del Complesso Ospedaliero Santobono-Pausilipon); Realizzazione di impianto di terra di tipo radiale e collegato ad anello (esteso a tutti gli interventi in cui è previsto il rifacimento dei quadri elettrici e impianto di terra); Installazione di quadri di edificio e di piano dotati di interruttori di tipo elettronico integrati con misuratori ed interfacciati al sistema bus di gestione generale (esteso a tutti gli interventi in cui è previsto il rifacimento dei quadri elettrici)
  3. per gli impianti meccanici: Installazione di impianto di cogenerazione (intervento comprensivo della interconnessione funzionale tra le due Centrale Termiche a servizio del P.O. Santobono) ; Installazione di gruppi frigo dotati di recuperatore di calore per il post riscaldamento estivo (intervento esteso a tutti gli edifici del Complesso Santobono Pausilipon nei quali è prevista la sostituzione dei gruppi frigo esistenti); Installazione di sistemi centralizzati ad espansione diretta tipo VRF del tipo a recupero di calore per produzione contemporanea caldo/freddo, dotato di sistema per la produzione autonoma di ACS ( intervento previsto per il Presidio Ospedaliero Santobono - Padiglione Ravaschieri, in sostituzione degli split singoli esistenti).
Gli interventi proposti con riferimento al criterio B1 hanno riguardato in particolare soluzioni organizzative di cantiere volte a minimizzare l'impatto con le normali attività istituzionali dei presidi ospedalieri, alla riduzione delle immissioni di rumore e polveri, nonché a limitare l'ingombro e l'impatto visivo del cantiere”.
 

Gara “Progetto di intervento urbanistico in località Cecchignola Ovest, Roma - Progetto opere di urbanizzazione"

  • italwork_01.jpg
  • italwork_02.jpg
  • italwork_03.jpg
  • italwork_04.jpg
Anno:
2013

Ubicazione:
Roma

Attività:
Progetto di offerta tecnica - Proposte migliorative metodologiche, edili e impiantistiche

Stato:
Gara espletata

Commitente:
A.T.I. ITAL WORK Consorzio arl – Cedis S.r.l.

Settore:
Progetti Tecnici di Gara


L’attività svolta consiste nella redazione del progetto tecnico delle proposte migliorative offerte nell’ambito della Gara avente per oggetto “Progetto di intervento urbanistico in località Cecchignola Ovest, Roma - Progetto opere di urbanizzazione "
Il progetto tecnico sviluppato dalla Futura Technologies ha avuto per oggetto in modo specifico la definizione ed illustrazione, mediante elaborati descrittivi e grafici, di proposte migliorative riferite ai singoli criteri e sub-criteri di valutazione indicati dalla stazione appaltante. Le soluzione migliorative proposte, secondo l’articolazione in criteri e sub-criteri di valutazione, hanno riguardato:
  1. ASPETTI LEGATI ALLE OPERE CHE SARANNO REALIZZATE
A.1 Proposte migliorative tecniche e tecnologiche per il conseguimento di una migliore manutenzione delle opere, al fine di minimizzare gli oneri di manutenzione in esercizio: A.1.1 Sostituzione della prevista pavimentazione dei marciapiedi in conglomerato bituminoso con pavimentazione in betonelle; A.1.2 Realizzazione di serbatoio di accumulo nel corpo della rotonda utilizzabile per l'esecuzione della pulizia periodica della rete fognaria; A.1.3 Incremento e differenziazione dei pozzetti delle canalizzazioni PP.SS., per manutenzione distinta dei cavi elettrici e di telecomunicazione
A.2 Proposte migliorative tecniche finalizzate al conseguimento di migliore durabilità di tutte le opere, fermi restando i parametri ed i livelli minimi indicati nei documenti progettuali: A.2.1 Trattamento sottofondo stradale mediante stabilizzazione a calce, nei tratti in cui è prevista la bonifica del piano di posa con detrito tufaceo; A.2.2 Posa di geotessile non tessuto tra il sottofondo e lo strato di fondazione stradale dei tratti principali; A.2.3 Posa di geogriglia in fibra di vetro specifica per il rinforzo del manto stradale in corrispondenza della rotatoria e dei tratti stradali limitrofi; A.2.4 miglioramento della classe di resistenza del cls utilizzato per i pozzetti di salto da C20/25 a C25/30; A.2.5 Realizzazione rivestimento dei muretti in c.a. nelle aree verdi con lastre in travertino
A.3 Proposte migliorative tecniche e tecnologiche finalizzate all’incremento della funzionalità delle opere, ferme restando le indicazioni funzionali minime del progetto definitivo: A.3.1 Realizzazione strato di usura della pavimentazione stradale mediante l'impiego di bitume modificato con polverino di gomma di pneumatico riciclata; A.3.2 Integrazione segnaletica stradale con inserimento di dispositivi retroriflettenti nella rotatoria, degli attraversamenti pedonali e dei punti singolari stradali; A.3.3 Posa in opera di percorsi tattili per non vedenti in corrispondenza degli attraversamenti stradali e dei percorsi pedonali; A.3.4 Realizzazione di opere ed installazione di elementi di arredo urbano per la fruibilità delle aree verdi da parte dei disabili; A.3.5 Integrazione del sistema di illuminazione mediante apparecchi LED ad incasso nelle aree attrezzate e nei percorsi pedonali e ciclabili; A.3.6 Integrazione canalizzazioni PP.SS. mediante realizzazione di polifore in corrispondenza delle carreggiate centrali riservate ai mezzi pubblici
  1. ASPETTI LEGATI ALLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DELLE OPERE: lo sviluppo del progetto - il cantiere e la sua organizzazione
B.1 Organizzazione della progettazione esecutiva: B.1.1 Organigramma funzionale del gruppo di lavoro; B.1.2 Descrizione delle modalità di sviluppo e controllo del progetto; B.1.3 Descrizione delle modalità di comunicazione con la Stazione Appaltante
B.2 Ottimizzazione delle aree di cantiere e delle fasi di cantierizzazione: B.2.1 Riduzione dell'impatto ambientale del cantiere: abbattimento delle polveri; B.2.2 Riduzione dell'impatto ambientale del cantiere: abbattimento dei rumori; B.2.3 Mitigazione delle interferenze; B.2.4 Sicurezza del cantiere: ubicazione ed organizzazione dei baraccamenti e delle aree di deposito; B.2.5 Sicurezza del cantiere: sistemi di raccolta e trattamento delle acque; B.2.6 Sicurezza del cantiere: sistemi per la gestione dei rifiuti
B.3 Contenimento dei consumi energetici e delle risorse ambientali: B.3.1 Realizzazione strato di usura della pavimentazione stradale mediante l'impiego di bitume modificato con polverino di gomma di pneumatico riciclata; B.3.2 Realizzazione di serbatoio di accumulo di acqua piovana e di recupero dalle fontanelle utilizzabile per l'irrigazione delle aree verdi; B.3.3 Installazione di impianto fotovoltaico da 15 kWp sulla struttura di copertura della pensilina prevista nella area coperta attrezzata - Area V1
B.4 Ottimizzazione risorse umane, mezzi e apparecchiature: Organizzazione del cantiere per fasi

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI PALESTRINA – Progetto di ristrutturazione del Collegio Santa Lucia da adibire a nuova sede

  • bcc_palestrina_01.jpg
  • bcc_palestrina_02.jpg
  • bcc_palestrina_03.jpg
  • bcc_palestrina_04.jpg
Anno:
2014

Ubicazione:
Palestrina (RM)

Attività:
Gara espletata

Stato:
Espletato

Commitente:
BCC di Palestrina

Settore:
Progetti Tecnici di Gara


Il progetto della nuova sede della Banca di Credito Cooperativo di Palestrina parte dalla decisione di voler lasciare immutato l’aspetto esteriore dell’edificio, mantenendo la muratura dei prospetti sostanzialmente identica a se stessa, per dimensioni e per geometria delle attuali bucature.
L’interno dell’edificio, invece, subisce un radicale cambiamento: fatta eccezione per la fascia contenente i volumi prospicenti via Ceciliana, lo scalone centrale, il Coro della Comunità e la Cappella del Seminario, ecc… che giunge al recupero con un attento e puntuale intervento di restauro e di consolidamento, tutti gli altri volumi vengono interamente svuotati demolendo le murature portanti e non, i solai e le parti strutturali, dal piano di fondazione ai solai di copertura.
Si tratta, in sostanza, di ottenere un contenitore vuoto le cui pareti sono costituite dalla pelle da conservare dell’edificio, la muratura degli attuali prospetti. L’intera struttura viene sostituita da un involucro contenente la struttura in acciaio e i materiali per la coibentazione, montato in aderenza e in modo solidale alle pareti perimetrali da conservare. Per dirla più semplicemente: “una scatola nella scatola”.
 
I solai saranno sostenuti da travi in acciaio ancorate al nuovo involucro strutturale. Il nuovo sistema sarà completato da due volumi interamente in cemento armato contenenti i nuovi corpi scala, gli ascensori e i cavedi per il passaggio degli impianti e altri setti, sempre in cemento armato, per l’irrigidimento e il controventamento della nuova struttura.
 
Un sistema strutturale così concepito sarà in grado uniformarsi alle normative antisismiche e permetterà di avere ambienti a pianta libera di grandi dimensioni, in grado di rispondere alle esigenze distributive attuali e nel tempo.
 
Al centro dell’edificio sarà realizzato un volume, rivestito in legno e vetro, sospeso sulla sala centrale della filiale al pian terreno. Questo volume, staccato dalle pareti laterali da due vuoti in tripla altezza vetrati in sommità, conterrà il piccolo auditorium al primo piano e gli uffici dedicati alla direzione generale e alla presidenza al secondo piano.

Gara d’Appalto per l’affidamento di "Servizi integrati di conduzione e manutenzione impianti tecnologici e approvvigionamento vettori energetici" indetta dall’Unità Locale Socio-Sanitaria n. 6 Vicenza

  • ulss6_01.jpg
  • ulss6_02.jpg
  • ulss6_03.jpg
  • ulss6_04.jpg
Anno:
2015

Ubicazione:
Vicenza

Attività:
Progetto di offerta tecnica - Proposte migliorative impiantistiche e gestionali

Stato:
Gara espletata

Commitente:
Guerrato S.p.A.

Settore:
Progetti Tecnici di Gara


L’attività svolta consiste nella redazione del progetto tecnico delle proposte migliorative offerte nell’ambito della Gara d’Appalto per l’affidamento di "Servizi integrati di conduzione e manutenzione impianti tecnologici e approvvigionamento vettori energetici" indetta dall’Unità Locale Socio-Sanitaria n. 6 Vicenza.
Il progetto tecnico, sviluppato dalla Futura Technologies, ha riguardato in modo specifico la definizione ed illustrazione, mediante elaborati descrittivi e grafici, di proposte migliorative riferite alle modalità di espletamento dei servizi richiesti con particolare riferimento ai seguenti aspetti:
  1. progetti di efficientamento energetico - proposte progettuali di riqualificazione tecnologica individuate ai fini dell’efficientamento energetico degli edifici indicati dalla Stazione Appaltante e finalizzati all’ottimizzazione dei sistemi a basso rendimento energetico esistenti e alla possibilità di operare una sistematica riduzione dei consumi di energia elettrica
  2. metodo di valutazione dei risparmi energetici condivisi – illustrazione della metodologia adottata per la valutazione a consuntivo dei risparmi energetici derivanti dagli interventi di riqualificazione offerti, fondata su modelli di valutazione dei risparmi riconosciuti e replicabili
  3. metodologie di valutazione dello stato prestazionale e valorizzazione patrimoniale - esempio applicativo della metodologia operativa adottata al fine di corrispondere alle richieste del Capitolato Speciale d’Appalto in merito alle attività di: costituzione dell'anagrafica tecnica e funzionale, valutazione dello stato prestazionale, classificazione delle posizioni manutentive, elaborazione del Piano di manutenzione (composto da Piano di manutenzione, Piano tecnico e Piano operativo) e valorizzazione dello stato patrimoniale.
 
FUTURA Technologies
Via Zoe Fontana 220 Comprensorio Tecnocittà 00131 Roma - Tel./Fax 06.40801990 - mail: futuratech@futuratech.it